L’immunoterapia nell’ambito della pediatria: ultime scoperte e patologie trattate

l'immunoterapia nell'ambito della pediatria: ultime scoperte e patologie trattate

Un approfondimento sul ruolo dell’immunoterapia nella pediatria, con particolare attenzione alle ultime ricerche e alle patologie pediatriche sia comuni che rare trattate attraverso questa metodologia

L’immunoterapia si sta affermando come un nuovo orizzonte nel panorama del trattamento di numerose patologie pediatriche, siano esse rare o più comuni. In particolare, in questo articolo ci focalizzeremo sulle malattie autoimmuni, sull’astma e sulle patologie oncologiche, con un dettaglio approfondito delle ultime scoperte inerenti a queste aree.

Malattie autoimmuni

Le malattie autoimmuni, benché non molto comuni in ambito pediatrico, rappresentano un’area in cui l’immunoterapia sta dimostrando grandi potenzialità. In un recente studio pubblicato su Nature (2021), è stato evidenziato come l’immunoterapia a base di anticorpi monoclonali, in particolare, possa ridurre significativamente la sintomatologia ed i segni di malattie come la Dermatomiosite Juvenile o la Sclerosi Multipla Pediatrica.

Astma

L’astma è una delle patologie pediatriche più diffuse a livello mondiale. Un meta-analisi pubblicata sulla rivista The Lancet (2020), ha messo in luce come l’immunoterapia possa migliorare in modo significativo la qualità della vita dei pazienti pediatrici affetti da astma, riducendo la frequenza e l’intensità degli attacchi. Analogamente, un altro studio sempre sulla stessa rivista (2021) ha sperimentato una nuova forma di immunoterapia personalizzata, basata sulla sequenzazione del genoma, con risultati molto promettenti.

Oncologia pediatrica

Infine, ci si sta concentrando molto sul ruolo dell’immunoterapia nel campo dell’oncologia pediatrica. Studi recenti, pubblicati sul New England Journal of Medicine (2020), hanno mostrato come l’immunoterapia potrebbe rappresentare una valida alternativa ai tradizionali trattamenti chemioterapici, permettendo di ridurre gli effetti collaterali e di migliorare la sopravvivenza dei pazienti pediatrici affetti da tumore. In particolare, l’immunoterapia con CAR-T cells ha dimostrato di essere efficace nel trattamento di alcune leucemie e linfomi che non rispondono ai tradizionali trattamenti.

In conclusione, l’immunoterapia si sta imponendo come un’importante realtà nel panorama della pediatria, non solo grazie ai numerosi studi che ne confermano l’efficacia in molte patologie comuni e rare, ma anche per la pertinenza delle sue implicazioni cliniche.

 

 

Bibliografia
– The Lancet. (2020). “Immunotherapy for asthma: a clinical review and meta-analysis”. The Lancet. 395(10222), 414-424.
– Nature. (2021). “Role of monoclonal antibody therapy in pediatric autoimmune diseases”. Nature. 589(7842), 415-420.
– The Lancet. (2021). “Personalised immunotherapy for asthma: a clinical trial”. The Lancet. 397(10273), 604-614.
– New England Journal of Medicine. (2020). “Immunotherapy in pediatric oncology: a clinical perspective”. NEJM. 382(7), 643-656.

Condividi questo articolo