Infezioni respiratorie ricorrenti in età pediatrica: non tutto il male vien per nuocere!

I primi freddi si fanno sempre portatori di influenze e malanni di stagione, che per gli adulti si riducono, il più delle volte, a banali raffreddori e occasionali stati febbrili. Nei più piccoli, però, possono assumere i contorni di vere e proprie infezioni respiratorie, acute e ricorrenti, principalmente causate da agenti infettivi virali e non da fattori di tipo batterico.

I bambini più colpiti sono quelli che frequentano nidi e scuole materne, vale a dire coloro che trascorrono molto tempo ambienti chiusi in cui gli agenti patogeni proliferano con grande facilità. Raffreddore, tosse, mal di gola, mal d’orecchie e febbre diventano così indesiderati compagni di scuola, dai quali sembra difficilissimo liberarsi.

Non solo il precoce inserimento scolastico; anche le condizioni ambientali in cui il bambino cresce possono tramutarsi in fattori di rischio: lo smog cittadino, l’esposizione al fumo passivo, l’appartenenza a famiglie numerose, ad esempio, possono favorire l’insorgenza di infezioni respiratorie ricorrenti.

Eppure, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, ammalarsi ripetutamente da bambini non è così un male. Come infatti hanno chiarito i pediatri della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), le infezioni respiratorie tipiche dell’età pediatrica sono manifestazioni transitorie e in genere innocue, legate perlopiù alle fragilità del sistema immunitario. Pertanto, i bambini più soggetti a queste infezioni saranno i bambini più forti negli anni a venire, favoriti da un’immunità conquistata duramente e in modo progressivo. In poche parole, quindi, le infezioni che colpiscono i più piccoli hanno effetti positivi sulla loro risposta immunitaria futura, assicurando benefici sul medio e lungo periodo.

Il miglior modo per prevenire infezioni respiratorie ricorrenti è la corretta igiene delle mani, sia da parte del bambino sia da parte degli adulti che lo accudiscono. Inoltre, gli esperti suggeriscono di rispettare i tempi di una buona convalescenza, per assicurare una ripresa efficiente del sistema difensivo dell’organismo.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Pediatria

La vaccinazione come strumento preventivo

Le vaccinazioni nell’infanzia rappresentano la primaria misura preventiva atta a contrastare l’insorgenza di pericolose malattie infettive nei più piccoli. Sebbene infatti il nostro sistema immunitario

Over50

Sesso over 50: la fonte della giovinezza!

Ancora oggi, la sessualità viene considerata un argomento tabù, difficile da affrontare con serenità e leggerezza perché spesso aggiogata da troppi preconcetti e stereotipi. Se

Over50

Le regole d’oro per la longevità

La longevità sembra essere l’imperativo delle società occidentali, che spendono energie e risorse economiche nella ricerca spasmodica di un elisir di lunga vita. Nell’attesa di