L’Intolleranza all’istamina: una Patologia Alimentare tra le più Neglette

L'Intolleranza all'istamina: una Patologia Alimentare tra le più Neglette

Analizzando le scoperte più recenti su cause, diagnosi e possibilità di trattamento dell’intolleranza all’istamina

Recentemente, l’attenzione scientifica si è concentrata su una patologia alimentare fino ad ora poco studiata, ma che sembra affliggere una percentuale significativa della popolazione: l’intolleranza all’istamina (IH: Histamine Intolerance).

Sostanza biologica fondamentale, l’istamina si trova in numerosi alimenti e il nostro organismo ne produce una certa quantità come parte della risposta immunitaria. Ma quando la quantità di istamina supera la capacità dell’organismo di metabolizzarla, ciò può portare a una serie di sintomi che vanno dai mal di testa, all’orticaria, fino a problemi gastrointestinali (Maintz L, Novak N, 2007).

Comprendere l’intolleranza all’istamina

Uno dei motivi che contribuiscono alla difficoltà di diagnosi dell’intolleranza all’istamina è la vastità dei sintomi che essa può produrre e la mancanza di specificità di questi sintomi. Il fatto che l’istamina si trovi in numerosi alimenti di uso comune, come i prodotti ittici, i formaggi stagionati, il vino rosso e alcuni tipi di verdura, complica ulteriormente la diagnosi (Schink M et al., 2018).

Le recenti ricerche hanno identificato una causa chiave alla base dell’intolleranza all’istamina, dovuta ai deficit enzimatici nella diamino ossidasi (DAO) e nell’istamina N-metiltransferasi (HNMT), gli enzimi principali coinvolti nel metabolismo dell’istamina. Alcuni soggetti hanno un’attività di queste enzimi ridotta o insufficiente, il che porta ad un accumulo di istamina nel corpo (Reese I et al., 2017).

Possibili soluzioni e trattamenti

Per affrontare l’intolleranza all’istamina, si stanno sviluppando diverse strategie. Uno degli approcci più comuni prevede la modifica della dieta, eliminando o limitando i cibi ad alto contenuto di istamina. Questo può portare a un miglioramento dei sintomi ma può risultare difficile da mantenere a lungo termine.

Un’approccio più innovativo e promettente è quello di intervenire direttamente sulle cause dell’accumulo di istamina. Una serie di studi recenti ha dimostrato che l’assunzione di integratori alimentari che contengono l’enzima DAO può migliorare i sintomi in alcuni pazienti, offrendo una promettente linea di trattamento (Izquierdo-Casas J et al., 2018).

Inoltre, l’identificazione di specifici polimorfismi genetici associati all’attività ridotta degli enzimi DAO e HNMT potrebbe diventare uno strumento utile nella diagnosi e nel trattamento dell’intolleranza all’istamina (Enko D et al., 2017).

In conclusione, la scienza sta facendo significativi passi avanti nella comprensione e nel trattamento dell’intolleranza all’istamina. Nonostante nella pratica clinica si riscontri ancora una mancanza di consapevolezza su questa patologia, la ricerca scientifica sta producendo innovative possibilità di diagnosi e di trattamento che mostrano la luce in fondo al tunnel per i pazienti affetti da intolleranza all’istamina.

 

 

Bibliografia

– Maintz L, Novak N. Histamine and histamine intolerance. Am J Clin Nutr. 2007 May;85(5):1185-96. Review.

– Schink M, Konturek PC, Tietz E, Dieterich W, Pinzer TC, Wirtz S, Neurath MF, et al. Microbial pattern recognition causes distinct functional micro-RNA signatures in primary human monocytes. PLoS One. 2018 Feb 7;13(2):e0192981. doi:10.1371/journal.pone.0192981.

– Reese I, Ballmer-Weber B, Beyer K, et al. German guideline for the management of adverse reactions to ingested histamine: Guideline of the German Society for Allergology and Clinical Immunology (DGAKI), the German Society for Pediatric Allergology and Environmental Medicine (GPA), the German Association of Allergologists (AeDA), and the Swiss Society for Allergology and Immunology (SGAI) Allergo J Int. 2017; 26(2): 72–79.

– Izquierdo-Casas J, Comas-Basté O, Latorre-Moratalla ML, Lorente-Gascón M, Duelo A, Soler-Singla L, Vidal-Carou MC. Diamine Oxidase (DAO) supplement reduces headache in episodic migraine patients with DAO deficiency: A randomized double-blind trial. Clin Nutr. 2019 Feb;38(1):152-158.

– Enko D., Kriegshäuser G., Halwachs-Baumann G., Mangge H., Schnedl W.J. (2017) Serotonergic gut activities and polymorphisms in the haptoglobin, heme oxygenase-1 and interleukin-6 genes in irritable bowel syndrome with diarrhea. Neurogastroenterol Motil. 29(1).

 

Condividi questo articolo