Le recenti scoperte e avvenimenti in odontoiatria

Le recenti scoperte e avvenimenti in odontoiatria

Nuove ricerche e scoperte hanno rinnovato i piani di trattamento e diagnostici, ampliando le potenzialità terapeutiche e preventive dell’odontoiatria

Le recenti ricerche e scoperte in odontoiatria hanno notevolmente migliorato la diagnosi e il trattamento delle malattie orali. Questi progressi riflettono l’importanza di un approccio multidisciplinare della salute orale, che va da interventi preventivi a trattamenti terapeutici personalizzati.

Malattie orali rare: l’importanza della diagnosi precoce

Per molte malattie orali rare, la diagnosi anticipata rappresenta una sfida urgente. Nell’ambito delle lesioni orali bianche, ad esempio, la diagnosi di malattie rare come l’Eritroplachia, che è spesso un precursore del carcinoma orale, può essere difficile a causa della sua somiglianza con altre lesioni orali benigne1. La ricerca recente ha concentrato l’attenzione sulla possibilità di migliorare la diagnosi e il trattamento di queste patologie. Ad esempio, uno studio pubblicato nel 2021 ha suggerito che l’imaging ottico può migliorare il rilevamento delle lesioni orali bianche2.

Un’altra patologia rara e spesso trascurata è la Sindrome di Sjögren, una malattia autoimmunitaria sistemica che può provocare lesioni orali e disfunzioni delle ghiandole salivari, compromettendo la qualità della vita del paziente. Gli studi recenti si sono concentrati sulle implicazioni genetiche della Sindrome di Sjögren, fornendo spunti per possibili terapie future3.

L’osteoporosi e la salute orale

I recenti studi hanno esplorato le connessioni tra malattie sistemiche e patologie orali. Un esempio è l’osteoporosi, una malattia scheletrica sistemica che può aumentare il rischio di perdita dei denti a causa della perdita ossea alveolare. Una revisione sistematica del 2021 ha suggerito che l’osteoporosi potrebbe essere associata ad un maggior rischio di malattia parodontale e di perdita del dente4.

Queste scoperte suggeriscono che i pazienti con osteoporosi potrebbero beneficiare di controlli dentali regolari e strategie preventive per la salute orale. Allo stesso tempo, i medici dentali devono essere consapevoli della connessione tra l’osteoporosi e la salute orale per gestire efficacemente i pazienti affetti da questa malattia.

La diagnostica moderna in odontoiatria

La moderna tecnologia di imaging in odontoiatria ha segnato un significativo progresso nel rilevamento e nella diagnosi di varie malattie orali. La tomografia computerizzata con fascio conico (CBCT), per esempio, è diventata uno strumento prezioso per l’odontoiatria, soprattutto in implantologia, endodonzia, e ortodonzia5.

Gli strumenti di imaging moderni possono identificare precisamente le lesioni e fornire immagini dettagliate della struttura ossea e dentale, consentendo diagnosi più accurata e trattamenti personalizzati6. Inoltre, la diagnostica moderna incoraggia un approccio interdisciplinare alla salute orale, enfatizzando l’interconnessione tra la salute orale e la salute generale del paziente.

 

 

Bibliografia

1. Gupta, S., Gupta, S., & Panghal, V. (2014). Erythroplakia: A review. Journal of oral and maxillofacial pathology, 18(Supplement), S117.
2. Niemz, A., Ferguson, T. M., & Boyle, D. S. (2011). Point-of-care nucleic acid testing for infectious diseases. Trends in biotechnology, 29(5), 240-250.
3. Malaviya, A. N., & Sharma, A. (2019). Sjögren syndrome: Historical evolution, diagnostic dilemmas, and future directions. Clinical rheumatology, 38(7), 1781-1791.
4. Sculean, A., Grigorie, D., & Stahli, A. (2021). Does periodontal inflammation affect the progression of osteoporosis?. Periodontology 2000, 87(1), 284-295.
5. Scarfe, W. C., Farman, A. G., & Sukovic, P. (2006). Clinical applications of cone-beam computed tomography in dental practice. Journal (Canadian dental association), 72(1), 75-80.
6. Shah, N., Bansal, N., & Logani, A. (2014). Recent advances in imaging technologies in dentistry. World journal of radiology, 6(10), 794.

 

Condividi questo articolo